Come giocare a Baccarat

Il tavolo del Baccarà si trova di solito in una sezione separata del casinò. Il tavolo stesso ha la forma di una clessidra lunga. La zona in mezzo è dove sta il caller (chi dichiara di voler vedere le carte degli altri giocatori in una partita) e i due banchi (chi dà le carte). La responsabilità di ogni banco è di gestire le scommesse della propria parte del tavolo, mentre il caller dirige il gioco. Ci sono fino a 14 posti per i giocatori, benchè le posizioni numerati al tavolo siano da 1 a 15, con il 13 escluso, perchè considerato sfortunato. Di fronte a ogni giocatore è la zona per mettere le scommesse, consistente in tre opzioni: “Giocatori”, “Banchieri” e “Parità”. Le scommesse vinte e quelle perse vengono gestiti dai banchi, i quali tengono d’ occhio anche le commissioni che sono in debito di ogni giocatore verso la casa, usando una zona nel centro del tavolo che è destinato a quello scopo.

Il tavolo del Baccarat

I Fondamenti

Il principio di base del gioco è che si raggiunga 9 o di meno. Di solito ogni giocatore prende il turno nella distribuzione delle carte, ma in alcuni casinò c’è una persona determinata che distribuisce le carte (card dealer). A Baccarà si può giocare con sei fino a otto mazzi di carte, collocate in una scatola che si chiama “shoe”(scarpa). Il primo puntatore comincia quando il banco si trova a posizione 1 al tavolo. Dopo la fine del suo turno, il ruolo del banchiere (il banco) passa a destra (in senso antiorario) fino al prossimo giocatore. Ogni puntatore può scegliere di accettare di essere il banchiere o di passare al prossimo giocatore. Il banchiere cintinua a dare le carte finché perda una mano e allora la scarpa va passata al giocatore successivo.

Ci sono tre possibili scommesse che si possono fare:  “giocatore” (Punto), “banchiere” (Banco) e  il raramente considerato “pareggio” (Standoff). Ogni giocatore può puntare sulla mano che pensa che potrebbe vincere oppure su un pareggio possible.  La mano vincente è quella con il totale più alto (il nove è quello più alto). Il bachiere può puntare su qualsiasi risultato, ma è consuetudine di puntare sul Banco.

Vengono distribuite due mani, ognuna consistente di due carte. I giocatori fanno prima le loro puntate ed allora il banchiere distribuisce una carta coperta al caller, un’ altra a se stesso e una ancora a tutti.  Il caller passa la propria mano al puntatore con la puntata più alta su Punto, il quale assume il ruolo del “giocatore”. Se non c’è stata nessuna puntata su “giocatore”, questo ruolo viene assunto dal caller. Dopo la fine della distribuzione delle carte, le ultime vanno mostrate, cominciando dal giocatore e continuando con il banchiere dopo. Se si raggiungono i numeri di  8 o 9 in qualsiasi mano, non si distribuiscono più carte e la mano viene chiamata “natural” (naturale) e vince il gioco immeditamente. Se nessuna delle mani è naturale, si potrebbe distribuirne un’ altra il ché si fa secondo certe regole.  

Le regole

Il valore

Il valore reale delle carte nel Baccarà non ha nessuna importanza. Il valore di ogni carta è come segue:

  • per le carte da 2 a 9 conta il loro valore nominale.
  • L’Asso ha il valore di 1
  • I 10 e le figure hanno il valore di 0. Ogni combinazione di due carte che raggiunge il valore di dieci oppure lo eccede, perde la prima cifra del suo valore, siccome 9 è il punteggio più alto nel gioco.
8
6
Il totale di 14 di tutti e due carte ha il valore di 4 nel Baccarà, siccome la somma eccede 10 e cade la cifra sinistra.

Naturali

Un “naturale” è la mano, consistente delle pime due carte che ha il valore di 8 o di 9. Se riesce ad ottenere un “naturale”, la mano vince il gioco immediatamente. Se tutti e due- il banchiere e il giocatore hanno una naturale, vince la mano più alta. Se il valore delle due “naturali” è lo stesso, il risultato si considera di essere un pareggio e tutti i giocatori che hanno puntato su una delle mani ricevono i soldi della puntata indietro. 

9
K
La mano del giocatore è un 9 “naturale”. In questo caso essa sconfigge il “naturale” 8 del banchiere.  
7
A
La mano del banchiere è un 8 “naturale”.

Le regole per la terza carta

Se nessuna delle mani è un “naturale”, potrebbe essere distribuita una terza carta a tutti e due-il banchiere e il giocatore. Le regole per la terza carta si applicano automaticamente, quindi è necessario che siamo molto bene informati su di essi. Il giocatore comincia per primo, seguito dal caller. Se il giocatore ha un punteggio di 5 o di meno, estrae un’ altra carta. In caso il giocatore non vuole estrarre una terza carta, allora la mano del banco si ferma a 6 o di più, prendendo una terza carta da un totale di 5 o di meno. Se il giocatore ha 6 o 7, si ferma a questa somma. Se il giocatore ha estratto una terza carta, s’ applicano le regole seguenti sia che il banco deve estrarre una terza carta oppure no:

  • Il banco ha un totale di 2 o di meno- un’ altra carta va estratta per il banco, indipendentemente dalla terza carta del giocatore.
  • Il banco ha un totale di 3- un’ altra carta viene estratta per il banco. Se la terza carta del giocatore è stata un 8, il banco non ne estrae una.
  • Il banco ha un totale di 4- un’ altra carta viene estratta per il banco. Se la terza carta del giocatore è stata un 0, 1, 8 o 9, il banco non ne estrae una.
  • Il banco ha un totale di 5 – un’ altra carta viene estratta per il banco. Se la terza carta del giocatore è stata un 4, 5, 6 o 7, il banco non ne estrae una.
  • Il banco ha un totale di 6 – un’ altra carta viene estratta per il banco. Se la terza carta del giocatore è stata un 6 o 7, il banco non ne estrae una.
  • Il banco ha un totale di- le mani del banco.

Impara come puoi vincere a baccarat sul sito web di casinogamespro.com

COMMENTS